Una rivista dedicata ai Medici Veterinari con contenuti provenienti da tutto il mondo

Numero 29.3 Epatologia

Quale approccio... Il cane con alterazione degli enzimi epatici

Pubblicato il 30/01/2020

Scritto da Jordi Puig

Disponibile anche in Français , Deutsch , Español e English

L’aumento degli enzimi epatici agli screening biochimici di routine è un evento quotidiano nella pratica dei piccoli animali; Jordi Puig spiega come decide se tali riscontri siano significativi o meno.

Quale approccio... Il cane con alterazione degli enzimi epatici

Punti Chiave

Il livello degli enzimi epatici non indica la funzionalità epatica; questa richiede la valutazione di parametri che riflettano la capacità del fegato di effettuare la sintesi e/o l'escrezione di composti, come gli acidi biliari.


Una singola misurazione non fornisce, nella maggior parte dei casi, informazioni sufficienti, ed è molto più utile il monitoraggio seriale.


Le alterazioni biochimiche riscontrate in pazienti con epatopatia secondaria sono generalmente causate da un'epatite reattiva aspecifica.


In caso di epatopatia avanzata, come la cirrosi, qualsiasi aumento degli enzimi epatici può essere lieve.


Sei pronto ad avere accesso a più contenuti?

Chiunque lavori nel campo della Medicina Veterinaria può registrarsi al nostro sito per accedere a contenuti esclusivi.

Registrati

Sei già registrato/a? Fai Log in qui