Una rivista dedicata ai Medici Veterinari con contenuti provenienti da tutto il mondo

Numero 25.3 altro: scientifici

Il trattamento delle ferite Parte 2 – Le lesioni penetranti nei cani

Pubblicato il 19/04/2021

Scritto da Bonnie Campbell

Disponibile anche in Français , Deutsch , Español e English

Le ferite penetranti traggono spesso in inganno! Una puntura cutanea apparentemente innocua può nascondere un tessuto che è stato significativamente compromesso a causa di forze energiche, danno vascolare e/o inoculazione di batteri o di materiale estraneo. 

Il trattamento delle ferite – Le lesioni penetranti nei cani

Punti chiave

Quando viene presentato un caso di ferita da morso o da proiettile, occorre pensare che sia la “punta dell’iceberg”: una piccola superficie danneggiata nasconde spesso danni di grande entità nei tessuti più profondi!


L’endoscopia permette di rilevare precocemente le perforazioni esofagee prima che appaiano i segni clinici.


Le ferite penetranti devono essere aperte, esplorate, sbrigliate chirurgicamente e lavate; solitamente, si trattano al meglio come ferite aperte. Se le ferite richiedono la chiusura, devono essere chiuse sopra un drenaggio.


Se esiste una ferita penetrante (o la si teme) o una lesione da schiacciamento significativa dell’addome, è indicata la celiotomia esplorativa.


I corpi estranei conficcati nel corpo vengono rimossi al meglio attraverso un approccio chirurgico in sala operatoria con il paziente anestetizzato e perfettamente preparato.


 

Introduzione

Le ferite penetranti traggono spesso in inganno! Una puntura cutanea apparentemente innocua può nascondere un tessuto che è stato significativamente compromesso a causa di forze energiche, danno vascolare e/o inoculazione di batteri o di materiale estraneo. Anche se inizialmente l’animale sembra stabile, il continuo deterioramento del tessuto danneggiato può causare necrosi, infezione, infiammazione, sepsi e morte. Il trattamento efficace delle ferite penetranti richiede innanzitutto il riconoscimento da parte del clinico che le piccole ferite possono nascondere gravi danni.

 

Sei pronto ad avere accesso a più contenuti?

Chiunque lavori nel campo della Medicina Veterinaria può registrarsi al nostro sito per accedere a contenuti esclusivi.

Registrati

Sei già registrato/a? Fai Log in qui