Una rivista dedicata ai Medici Veterinari con contenuti provenienti da tutto il mondo

Numero 30.1 Nefrologia

Restrizione proteica nei gatti con nefropatia cronica

Pubblicato il 25/06/2020

Scritto da Nick Cave e Meredith J. Wall

Disponibile anche in Français , Deutsch , Română , Español , English e ภาษาไทย

La somministrazione di diete a contenuto proteico ridotto ai gatti con malattia renale cronica (MRC) è stata un pilastro dell'approccio terapeutico a tali casi per molti decenni, ma rimangono ancora delle controversie; Meredith Wall e Nick Cave esaminano lo stato dell’arte e offrono alcuni consigli per i veterinari.

Restrizione proteica nei gatti con nefropatia cronica

Punti Chiave

Le conoscenze attuali indicano che una restrizione proteica che si attesti al minimo del fabbisogno giornaliero è giustificata nei gatti con MRC in Stadio IRIS 2-3, o anche prima se proteinurici.


I vantaggi di un’alimentazio a ridotto contenuto proteico possono includere riduzione dell'accumulo di scorie azotate e tossine uremiche, della proteinuria e minor stress ossidativo renale.


Un’alimentazione casalinga o a base di carne cruda possono essere marcatamente ricche in proteine, ed è necessario consultare uno specialista in nutrizione per assicurarsi che la dieta sia bilanciata.


Va prestata particolare attenzione al monitoraggio dell'appetito, dell'apporto calorico, del peso corporeo, e delle condizioni fisiche e muscolari, al fine di minimizzare il rischio di deplezione proteico-calorica.


Sei pronto ad avere accesso a più contenuti?

Chiunque lavori nel campo della Medicina Veterinaria può registrarsi al nostro sito per accedere a contenuti esclusivi.

Registrati

Sei già registrato/a? Fai Log in qui