Una rivista dedicata ai Medici Veterinari con contenuti provenienti da tutto il mondo

Numero 22.3 Odontoiatria

Epidemiologia della malattia periodontale nel gatto anziano

Pubblicato il 06/04/2021

Scritto da Elizabeth Lund

Disponibile anche in Français , Deutsch , Español e English

Le malattie del cavo orale sono le diagnosi più frequenti, sia nel cane che nel gatto. Non solo molte di queste malattie sono prevenibili, ma le associazioni documentate tra malattia periodontale e malattie sistemiche...

Epidemiologia della malattia periodontale nel gatto anziano

Le malattie del cavo orale sono le diagnosi più frequenti, sia nel cane che nel gatto 1. Non solo molte di queste malattie sono prevenibili, ma le associazioni documentate tra malattia periodontale e malattie sistemiche, tanto negli animali 2 3 4 quanto nell’uomo 5 6 dovrebbero spingere il clinico ad adottare misure proattive, tali da avere un impatto positivo sulla qualità di vita complessiva dell’animale da compagnia e pure del proprietario.

Metodi analitici  

Per questa analisi di popolazione, sono stati selezionati felini ricoverati visitati nel 2006, con età ≥5 anni, che avevano ricevuto una o più diagnosi nella categoria delle malattie orali. Questi casi sono stati confrontati con un campione di 5000 pazienti felini ricoverati con distribuzione d’età simile ma senza diagnosi di malattia orale. I tassi di prevalenza totale per tutte le malattie orali, comprese le diagnosi di malattia periodontale, sono stati ricavati in base alla popolazione di pazienti ricoverati al Banfield Pet Hospital. È stata inoltre stimata la prevalenza dei segni clinici segnalati per la popolazione con malattia periodontale (tartaro dentale, gengivite, retrazione gengivale, tasche periodontali e/o tartaro sottogengivale). Per determinare i fattori di rischio importanti nel predire quali gatti hanno maggiore probabilità di ricevere una diagnosi di malattia periodontale è stato utilizzato il modello di regressione logistica. I possibili fattori di rischio inclusi nel modello erano l’età, la razza, il sesso, regione e la diagnosi concomitante (cioè sovrappeso, obesità, soffio cardiaco, nefropatia cronica, comportamento aggressivo, diabete mellito, dermatite, virus dell’immunodeficienza felina [FIV], danno renale acuto, cardiomiopatia ipertrofica o virus della leucemia felina [FeLV]). Per quantificare il rischio, è stato stimato il rischio relativo (RR) utilizzando il rapporto crociato (Odds Ratio) 7 per l’associazione tra età, razza, sesso e malattie concomitanti di interesse. Per l’analisi, è stato usato un valore p di 0,05 per determinare la significatività statistica.

Risultati  

Nel corso del 2006, dalle schede cliniche del Banfield Pet Hospital è stato possibile identificare 103 934 gatti ricoverati con età ≥ 5 anni, di cui 55 455 (53,4%) con diagnosi di malattia orale, e 16 374 (15,8%) con diagnosi di malattia periodontale. Di questo gruppo, sono stati segnalati i seguenti segni clinici: tartaro (94,2%), gonfiore e infiammazione delle gengive (69,5%), tasche gengivali infette (18,1%), retrazione gengivale (17,7%) e alitosi (13,0%). L’età media del gruppo casistico era di 9,8 anni, mentre l’età media della popolazione di controllo era di 9,7 anni.

La Tabella 1 mostra la prevalenza nel gruppo casistico con malattia periodontale per condizioni orali e periodontali selezionate, mentre la Tabella 2 riporta la prevalenza delle malattie con sospetta associazione alla malattia periodontale per il gruppo casistico rispetto alla popolazione di controllo. La Tabella 3 mostra risultati statisticamente significativi in base all’analisi multivariata. 

 
 
Tabella 1. Prevalenza di specifiche diagnosi di malattia orale e/o periodontale, in gatti con problemi periodontali.
Malattia Popolazione caso (n=16.374)
Deposito calcareo dentale * 39,7%
Gengivite 28,6%
Malattia periodontale, grado 2 ** 25,1%
Malattia periodontale, grado 1 ** 20,6%
Malattia periodontale (non specificato) ** 16,2%
Malattia periodontale, grado 3 ** 15,9%
Malattia periodontale, grado 4 ** 4,6%
Retrazione gengivale 1,7%
Tasche periodontali 0,4%
STartaro sottogengivale 0,04%

 

Tabella 2. Prevalenza di diagnosi selezionate per gatti con e senza malattia periodontale.
Malattia/condizione Casi (n=16.374)  Controlli (n=5.000)
Sovrappeso 15,6% 3,5%
Obesità 5,0%  1,1%
Soffio cardiaco 5,0%  1,2%
Insufficienza renale cronica 3,3%  3,1%
Comportamento aggressivo 2,1%  0,8%
Diabete mellito 1,9% 1,1%
Dermatite 1,8% 1,3%
FIV  0,7% 0,3%
Insufficienza renale acuta 0,5% 0,4%
Cardiomiopatia ipertrofica 0,3% 0,1%
FeLV  0,2%  0,2%

 

Tabella 3. Risultati dell’analisi multivariata: predittori della malattia periodontale in gatti di età ≥ 5 anni.
Variabile nel modello Rischio relativo ***  Intervallo di confidenza
Sovrappeso 5,0 4,3-5,9
Soffio cardiaco 4,5 3,5-5,9
Obesità 4,5 3,4-5,9
FIV  2,8 1,6-4,9
Comportamento aggressivo 2,2 1,5-3,0
Himalaiano 1,6 1,3-2,0
Diabete mellito 1,5 1,1-2,0
Ovariectomizzato/castrato 1,5 1,2-1,8
Persiano 1,3 1,1-1,6
Siamese 1,3 1,1-1,5

* Notare che i valori per il deposito calcareo dentale e per il tartaro variano perchè il primo è una diagnosi mentre il secondo è il risultato di un esame. Se il tartaro fosse rilevato durante un esame ma non fosse così grave da richiedere un intervento, il deposito calcareo dentale non sarebbe diagnosticato.

** La malattia periodontale è stata classificata come segue: grado1: infiammazione; grado 2: infiammazione, gonfiore gengivale e precoce perdita ossea; grado 3: infiammazione, gonfiore, perdita ossea e mobilità dentaria; grado 4: infiammazione, gonfiore, pus, perdita ossea e mobilità dentaria.

*** Stima eseguita in funzione dell’Odds Ratio: Un Rischio Relativo (RR) >1 suggerisce una relazione positiva tra malattia e fattore di rischio; un RR <1 indica una relazione inversa tra fattore di rischio e malattia; un RR = 1 non segnala alcuna relazione.

 

Discussione

Sulla base dell’analisi multivariata, i gatti anziani con malattia periodontale hanno maggiori probabilità di essere ovariectomizzati o castrati rispetto a quelli senza malattia periodontale, e maggiori probabilità di essere di razza Himalaiana, Siamese o Persiana. Essi hanno inoltre maggiori probabilità di essere sovrappeso od obesi e avere allo stesso tempo in cartella clinica una diagnosi di soffio cardiaco, aggressività, diabete mellito o FIV. Le probabilità di ricevere una diagnosi di sovrappeso od obesità e un soffio cardiaco erano circa cinque volte maggiori per i gatti con malattia periodontale rispetto a quelli non affetti da questa condizione. La diagnosi concomitante di comportamento aggressivo è una scoperta interessante e può riflettere una risposta comportamentale al dolore che accompagna talvolta le forme gravi di malattia periodontale.
 

Riferimenti

  1. Lund EM, Armstrong PJ, Kolar LM, et al. Health status and population characteristics of dogs and cats examined at private veterinary practices in the United States. J Am Med Vet Assoc 214;1999:1336-1341.
  2. Logan EI. Dietary influences on periodontal health in dogs and cats. Vet Clin North Am Small Anim Pract 2006;36:1385-401.
  3. Glickman LT, Glickman NW, Moore GE, et al. Evaluation of the risk of endocarditis and other cardiovascular events on the basis of the severity of periodontal disease in dogs. J Am Vet Med Assoc 2009;234(4):486-94.
  4. Glickman LT, Glickman NW, Moore GE, et al. Association between chronic azotemic kidney disease and the severity of periodontal disease in dogs. Prev Vet Med 2011;99(2-4):193-200.
  5. Iacopino AM. Periodontitis and diabetes interrelationships: role of inflammation. Ann Periodontol 2001;6:125-137.
  6. Beck JD, Offenbacher S. The association between periodontal diseases and cardiovascular diseases: A state-of-the-science review. Ann Periodontol 2001;6:9-15.
  7. Odds ratio and Relative risk. Wikipedia. Available at: http://en.wikipedia.org/wiki/ Relative_risk. Accessed June 8, 2012.

Elizabeth Lund

Elizabeth Lund

Elizabeth Lund, Banfield Pet Hospital, Portland, Oregon, Stati Uniti Scopri di più

Altri articoli di questo numero

Numero 22.3 Pubblicato il 11/05/2021

Il marchio VOHC : cosa significa?

Come ci descrive Ana Nemec in questo articolo, è stato sviluppato un metodo indipendente che fornisce una valutazione imparziale dell'efficacia di prodotti per animali volti ad aiutare a ridurre la placca dentale o il tartaro.

A cura di Ana Nemec

Numero 22.3 Pubblicato il 13/04/2021

La malattia dentale nel cane e nel gatto

L’accertamento della malattia dentale richiede un esame orale preliminare, seguito da un esame orale definitivo in anestesia generale.

A cura di Javier Collados

Numero 22.3 Pubblicato il 12/04/2021

Radiologia dentale veterinaria: valutazioni generali

Le cure odontoiatriche sono necessarie per promuovere la salute ottimale e la qualità di vita...

A cura di Michael Bailey

Numero 22.3 Pubblicato il 09/04/2021

Otturazioni, corone e impianti

Le lesioni dentali sono comuni ma passano spesso inosservate, mentre le conseguenze sono ignorate o, nel migliore dei casi, sottovalutate.

A cura di Nicolas Girard